Featured Post

Il Nono Pianeta

Forse Nibiru esiste davvero: c'è un altro pianeta nel sistema solare

Monday, February 6, 2012

Scoperta Maschera di Giada nella Piramide del Sole a Teotihuacan


Gli archeologi hanno trovato una serie di depositi all'interno della Piramide del Sole a Teotihuacan in Messico. Il team di ricercatori ha annunciato i propri risultati dopo aver esplorato la piramide dalta 65 metri, dal 2008 al 2011.
Utilizzando il tunnel lungo 116 metri scavato nel 1930 dall'archeologo Eduardo Noguera, Il Progetto Piramide del Sole, diretto da Alejandro Sarabia, ha scavato stratigraficamente 59 trincee e ha creato 3 brevi gallerie, al fine di raggiungere il livello di roccia naturale e verificare la presenza di sepolture e di offerte.
"Sapevamo che se i costruttori di Teotihuacan avevano messo qualcosa all'interno del monumento sarebbe stato a livello della base, quindi abbiamo fatto un pozzo verticale alla fine del tunnel e una breve galleria orizzontale per raggiungere il centro della piramide, in quanto la galleria originale era tagliata circa 6 metri a ovest del centro del monumento", ha commentato un membro del team, Perez Cortes.
Un tunnel nel cuore della piramide
Nel corso dell'esplorazione sono state scoperte tre strutture architettoniche, costruite prima dell'attuale Piramide del Sole. Sette sepolture umane, compresi bambini, sono state registrate, effettuate prima della costruzione. Inoltre, due depositi votivi sono stati recuperati.
Uno degli ex-voto è stato scoperto all'interno del materiale di fondazione originale, così è certo che è stato depositato come parte di una cerimonia di consacrazione della struttura, probabilmente all'inizio della sua costruzione più di 1900 anni fa.
Il deposito, che conteneva una splendida maschera di pietra verde, faceva parte di diversi strati di manufatti.
Un numero considerevole di manufatti di ossidiana tra cui teste di armi da lancio e piccoli coltelli sono stati recuperati, un eccentrico manufatto antropomorfo e tre figurine antropomorfe con gli occhi di conchiglie e pirite.
Fra le tre sculture di pietra verde trovate, la maschera scolpita da una sola pietra è, secondo studi condotti dal Dr. José Luis Ruvalcaba, dell'Istituto di Fisica dell'Università Nazionale (IF UNAM), "la sola maschera di pietra verde scoperta nel contesto rituale di Teotihuacan".
La piccola maschera di 11 cm di altezza è diversa da altri tipi di maschere trovate di Teotihuacan a causa delle sue dimensioni, è possibile che si trattasse di un ritratto. Una conchiglia è stata trovata accanto alla scultura.
L'offerta contiene anche undici vasi Tlaloc (dedicati al dio della pioggia), la maggior parte rotti, poste in mezzo all'intero deposito. Ulteriori ritrovamenti sono tre dischi di pirite, uno con un diametro di 45 cm e montati su una lastra di ardesia, la più grande mai recuperata da Teotihuacan.
Un possibile collegamento alla pioggia
Una consistente quantità di scheletri di animali sono stati trovati. Il cranio di un felino era posto a nord-est, un cane a sud, e un'aquila coperta di roccia vulcanica, a sud-est. L'uccello era stato alimentato prima del sacrificio con due conigli, come l'analisi ha rivelato. Questo tipo di deposizione faunistico è simile a quelle che si trovano come offerte nella Piramide della Luna.
Gli archeologi avevano da tempo suggerito che la funzione della piramide fosse legata al mondo sotterraneo, per via del tunnel scavato dagli abitanti di Teotihuacan. Tuttavia, gli oggetti che si sono trovati in questa indagine recente sembrano indicare che la Piramide del Sole fosse probabilmente collegata ad una divinità della pioggia, una prima versione di Tlaloc.



No comments:

Post a Comment

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...