Featured Post

Il Nono Pianeta

Forse Nibiru esiste davvero: c'è un altro pianeta nel sistema solare

Monday, January 25, 2016

Il Nono Pianeta

Forse Nibiru esiste davvero: c'è un altro pianeta nel sistema solare


A sostenerlo 2 ricercatori americani. Se i loro calcoli venissero confermati le nostre convinzioni astronomiche verrebbero sconvolte. Ma i sumeri lo sapevano già


Il nono pianeta - non più il decimo perché Plutone è stato declassato a pianeta nano nel 2006 - esisterebbe davvero. Se la scoperta venisse confermata sarebbe di portata eccezionale, tale da costringerci a modificare le nostre convinzioni astronomiche. Sono stati due ricercatori dell’Istituto Californiano di Tecnologia a dare corpo all'ipotesi.



Da tempo si parla di un altro pianeta nel sistema solare. La sua esistenza fu ipotizzata dagli astronomi in virtù di alcune stranezze nell’orbita di Nettuno. Ma a rendere famosa in tutto il mondo la possibile esistenza di un altro corpo celeste in orbita attorno alla nostra stella sono stati i libri dello scrittore e studioso azero, naturalizzato statunitense, Zecharia Sitchin, per il quale tale pianeta  era già conosciuto dalle civiltà antiche, in particolare da quella sumera, con il nome di Nibiru. Tale pianeta, dall’orbita ellittica e un periodo di rivoluzione di 3600 anni, sarebbe abitato da una civiltà extraterrestre che avrebbe favorito l’evoluzione della civiltà umana.

Il pianeta X, o Dodicesimo pianeta (i sumeri calcolavano secondo Sitchin anche il Sole e la Luna oltre a Plutone) com’è stato altrimenti definito, si troverebbe ai confini del sistema solare, a una distanza tale da risultare invisibile perché non riflette la luce del sole. Ma la sua esistenza sarebbe testimoniata dai calcoli pubblicati sull’Astronomical Journal dai due cacciatori di corpi celesti, che si chiamano Michael Brown e Konstantin Batigyn. Ovviamente il pianeta, delle dimensioni di Nettuno, per ora non è stato osservato direttamente in alcun modo, ma i calcoli astronomici sarebbero giudicati “solidi” dalla comunità scientifica internazionale.



Pare che i due ricercatori avessero iniziato le loro ricerche proprio con un obiettivo chiaro: demolire le ipotesi sulla teorizzata esistenza di un nono pianeta del Sistema Solare, avanzata in studi precedenti sulla base dell'osservazione di peculiari situazioni astronomiche. I calcoli invece li avrebbero portati a ricredersi, al punto da formulare l'ipotesi della effettiva presenza del Pianeta Nove. A suggerirne l'esistenza non è stata l'osservazione diretta, ma le orbite singolari di altri corpi celesti, che secondo i calcoli appaiono “influenzate" dalla forza di gravità di un "massiccio pianeta nascosto", situato oltre la posizione di Plutone.

In pratica “le orbite, stranamente allineate, di sei piccoli corpi celesti che si trovano oltre l'orbita di Nettuno, nella fascia di Kuiper”. I calcoli dei due studiosi hanno escluso che “il raggruppamento delle orbite potesse essere casuale: la probabilità che fosse così era di appena lo 0,007%, o 1 su 15.000”. I loro risultati suggeriscono invece “la presenza di un grande corpo celeste nel sistema solare. Ma come sarebbe questo nuovo corpo celeste? Stando ai dati ricavati dai due ricercatori il Nono Pianeta avrebbe una massa dieci volte quella della Terra e disterebbe dal Sole “fra 200 e mille Unità Astronomiche (fra 200 e mille volte la distanza che separa Terra e Sole, pari a circa 150 milioni di chilometri).

Se il tutto venisse ulteriormente confermato, la scoperta sarebbe di quelle epocali e porterebbe a dover riscrivere la composizione del meraviglioso sistema di sfere orbitanti attorno alla nostra stella.

Ovviamente non mancano gli inviti alla cautela. Secondo l'astrofisico Gianluca Masi, del Virtual Telescope, è "un risultato interessante e suggestivo, ma la risposta definitiva potrà darla soltanto la scoperta". E gli stessi autori dei nuovi calcoli cercano di rimanere con i piedi per terra. "Finchè non ci sarà un'individuazione diretta - ha dichiarato Brown alla rivista Science - la nostra resta un'ipotesi, anche se un'ipotesi potenzialmente buona". Per capire se Sitchin e i sumeri avevano ragione – in definitiva – bisognerà aspettare ancora un po’.


Forse Nibiru esiste davvero: c'è un altro pianeta nel sistema solare  I. Dessì 21 gennaio 2016


A MYSTERIOUS planet that wiped out life on Earth millions of years could do it again, according to a top space scientist.
And some believe the apocalyptic event could happen.
Planet Nine – a new planet discovered at the edge of the solar system in January – has triggered comet showers that bomb the Earth’s surface, killing all life, says Daniel Whitmire, of the University of Louisiana.
The astrophysicist says the planet has a 20,000-year orbit around the sun and, at its closest to us, it knocks asteroids and comets towards Earth
Fossil evidence has suggested most of life on Earth is mysteriously wiped out every 26 to 27 million years.

Professor Whitmire claims Planet Nine’s passage through a rock laden area called the Kuiper Belt is responsible for the “extinction events”. 
Consiracy theorists in the 80s and 90s previously claimed a red dwarf planet called Nibiru or Nemesis, which orbits too close to Earth every 36,000 years, was behind the events.
Now some are convinced there will be a collision or a near miss.
Nemesis or Nibiru were widely dismissed as crack-pot pseudo-science – until Planet Nine was identified in January by the California Institute of Technology, in the US.

No comments:

Post a Comment

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...